Civati: ”Corro per la segreteria, basta con piccioni e pitonesse”

Civati: ''Corro per la segreteria, basta con piccioni e pitonesse''

“Mi Candidato alla segreteria del Pd e non capisco perché ci sia qualcuno che ancora dice che io non lo farò”. Pippo Civati chiude il suo meeting PolitiCamp a Reggio Emilia confermando la corsa alla leadership del partito. “Dobbiamo costruire fin da ora un grande progetto politico, perché io capisco che tra piccioni e pitonesse abbiamo poco tempo, ma l’anno prossimo ci sono le elezioni europee e io le vorrei vincere insieme agli altri”

link_VIDEO

Il deputato nel discorso di chiusura  del PolitiCamp, trasmesso in diretta streaming, annuncia la sua candidatura, con l’intenzione di rifondare l’alleanza con Sel e con il popolo delle primarie. E dà una stoccata alle correnti di partito

 Candidato alla segreteria del Pd e candidato a “vendicare” le aspettative di quanti chiedono una stagione diversa. Pippo Civati chiude il suo meeting PolitiCamp a Reggio Emilia confermando la corsa alla leadership del partito. Sul resoconto via Twitter e Facebook del suo intervento, Civati elenca le situazioni che gridano vendetta, dai casi Prodi e Rodotà, fino alla “titubanza sugli F-35, Pompei, Taranto inquinata”, insomma “le aspettative delle persone che si aspettavano una stagione diversa”.

“Mi candido a fare il segretario del Pd, non capisco perchè qualcuno insista nel dire che non lo farò. Mi candido -scrive ancora Civati- perchè c’è da ricostruire il centrosinistra: riportiamo con noi Sel, richiamiamo il popolo delle primarie. Se un dirigente del Pd va a una manifestazione della Fiom non si deve sentire in imbarazzo, mentre si governa con Berlusconi.

E rivolto a Enrico Letta aggiunge: “Mi candido e lancio un manifesto contro il tatticismo. Se questo va contro le larghe intese, caro Enrico, ce ne faremo una ragione”.

E poi una stoccata alle correnti del partito, che sono “solo correnti di seggiole”, mentre “noi ci occuperemo di tutto il resto, della scelta degli argomenti, delle parole nuove”. Basta con “piccioni e pitonesse”, aggiunge il deputato Pd riferendosi a Matteo Renzi e a Daniela Santanché. “Ambiente, formazione e lavoro al centro della nostra strategia politica: le buone pratiche devono diventare politiche nazionali”, assicura Civati.

“Voglio un’Italia che si muove – conclude Civati –  Facciamolo in questi mesi con il governo delle larghe intese, e poi tra pochi mesi facciamo qualcosa di diverso tutti insieme”.

Sul congresso del Pd interviene Francesco Boccia: “Penso che una delle precondizioni della mozione congressuale dovrà essere il sostegno al governo”, ha detto parlando a SkyTg24. Alla cronista che gli chiedeva delle parole di Massimo D’Alema, che ha detto che Matteo Renzi è il capo di una agguerrita corrente del Pd, Boccia ha replicato osservando: “E’ inutile essere ipocriti: ha una sua area come altre” ce ne sono nel partito.

La Repubblica.it  

Advertisements


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...