PD Live

PD Live

PD Live Nuova Iniziativa Editoriale

Aderendo al Partito Democratico avrai la possibilità di accedere al PD Live

Cosa è PD Live?
È una forma di interazione e comunicazione mai realizzata da nessun partito politico in Italia. Con PD Live tutti gli iscritti online del PD potranno:

leggere ogni giorno le versioni digitali de l’Unità, di Europa e del settimanale Left;
entrare nell’universo multimediale e informativo del PD: non solo YouDem e TamTam ma anche video e notizie realizzate dal partito per consentire agli iscritti di capire e seguire gli avvenimenti più importanti;
accedere a una piattaforma di blogging dedicata;
partecipare a una rete social dove discutere, interagire, comunicare con tutti gli altri membri del PD, inclusi i dirigenti e gli eletti.
Il PD è l’unico partito, davvero democratico, dove la voce degli iscritti e dei militanti fa la differenza: PD Live è lo strumento ideale perché quella voce sia ascoltata da tutti. La forza del PD sono i suoi iscritti. La forza del PD sei tu.

Nasce Pdlive: nuova piattaforma
di informazione e partecipazione
Il Pd punta sul web. Con il tesseramento online ci si abbona anche all’Unità digitale, a varie testate e a Youdem tv. Il tutto con Pdlive, piattaforma realizzata dalla Nie – Nuova iniziativa editoriale. Il tesoriere dei Democratici Misiani: «Iniziativa unica in Europa». Grandi sconti per under 30 SUL SITO http://www.pdlive.it |   Un social del centrosinistra, una piattaforma web come spazio aperto al dibattito per gli iscritti al Pd, ai quali è aperta la porta dell’interazione con il partito, ma anche una app come veicolo plurale di informazione e un grande “cassetto” d’archivio. È il portale Pdlive, applicazione che aggrega le varie forme di comunicazione del partito democratico: chi si iscriverà al Pd on line, insieme alla tessera avrà un abbonamento annuale alle testate di area democratica: l’Unità ed Europa in versione digitale pdf, i settimanali Left e Tamtàm, la tv Youdem, numerosi blog (in parte quelli de l’Unità , ma se ne potranno aggiungere altri) in quello che si chiama Pd Kiosk.Può girare su tablet I Pad e Android, pc windows e Apple, smartphone.

Il SITO per i tesserati e per tesserarsi: http://www.pdlive.it

TESSERA PD PIU’ APP PDLIVE:
50 EURO O 25 PER GLI UNDER 30
Tessera Pd più app Pd live costerà 50 euro, la metà , 25 euro, per gli under trenta; l’iscrizione si può fare on line oppure, per chi non fa a meno del contatto umano, presso i circoli.

Via via si arricchirà l’anagrafe degli iscritti, già sperimentata dal 2010 con i Circoli in Rete. Pdlive è stato presentato stamattina nella sede del Pd in via del Nazareno da Davide Zoggia, responsabile organizzazione del Pd, dal tesoriere Antonio Misiani, da Tore Corona, responsabile del tesseramento, e da Antonio Funiciello, responsabile cultura e comunicazione. Presenti anche i direttori delle testate democratiche, Claudio Sardo de l’Unità , Stefano Menichini di Europa e Chiara Geloni di YouDem. L’iniziativa è stata pensata e realizzata in collaborazione con la società editrice Nie e rappresentata, alla conferenza stampa, dall’amministratore delegato Fabrizio Meli.

Insomma, un modo innovativo, unico in Europa, di creare una rete che si estende da un partito al popolo del centrosinistra, che potrà interagire. “Per l’Unità e le altre testate è molto importante rafforzare il legame diretto con il centrosinistra”, ha detto Claudio Sardo, “può essere una modalità per facilitare la vita interna al Pd, aumentare la partecipazione, riunire assemblee via web”.

Per accedere a Pdlive si deve digitare http://www.pdlive.it, iscrivendosi al Pd si riceverà un pin e l’abbonamento a l’Unità e a Europa. In questa prima settimana di sperimentazione invece da app store si può trovare PdKiosk.

UNA NUOVA FORMA DI FINANZIAMENTO
AL DI LA’ DEI POPULISMI
L’obiettivo del Pd quest’anno è raccogliere 750mila iscrizioni: sarebbe un dato in linea con i livelli raggiunti dal partito nel 2009 e in crescita rispetto al 2012, quando la quota iscritti si è fermata a 500mila, ha spiegato Zoggia. L’idea di Pdlive è anche una nuova forma di finanziamento, con la “libera contribuzione dei cittadini”, al di là dei populismi sull’abolizione del finanziamento pubblico.

Secondo Stefano Menichini la scelta di Pdlive nasce dalla volontà di raggiungere il maggior numero di lettori possibile attraverso la rete, ma anche di «abbattere i costi del sostegno pubblico dell’editoria che noi continuiamo a ritenere indispensabile ma comprendiamo la necessità che esso venga rimodulato e reso sostenibile». Chiara Geloni, direttrice di YouDem tv, ha spiegato che è già “dentro” il Pd on line ma si è detta “felice” di unirsi alle testate storiche del Pd.

Advertisements


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...