La data delle primarie Pd? Si saprà solo a settembre

    5 AGOSTO 2013

La data delle primarie Pd?
Si saprà solo a settembre

Epifani convoca per giovedì la direzione: in quella sede fisserà l’assemblea nazionale tra poco più di un mese. Poi l’avvio del congresso in tre tempi: segretari locali eletti dagli iscritti, primarie per i regionali, infine la sfida per il vertice del partito. Governo permettendo

La data delle primarie Pd? Si saprà solo a settembre

La direzione nazionale del Pd si riunirà giovedì sera, alla presenza di Enrico Letta. «Discuteremo anche delle regole congressuali», ha garantito il segretario Guglielmo Epifani, dopo aver incontrato il premier e i capigruppo dem. Ma al centro della riflessione dei Democratici rimarranno soprattutto il governo e le tensioni seguite alla condanna di Berlusconi, mentre il segretario dovrebbe limitarsi a fissare per il 14 o il 21 settembre la convocazione dell’assemblea nazionale.

Il redde rationem sulle regole del congresso è rinviato a quella sede, quando i delegati saranno chiamati a modificare lo Statuto (a partire dalla non più rigida coincidenza tra segretario e candidato premier) e indicare la data delle primarie per l’elezione del nuovo leader dem. Rimane agli atti l’indicazione di Epifani per la chiusura del congresso «entro novembre», ma per avere l’ufficializzazione bisognerà attendere ancora più di un mese. Dopo la riunione di mercoledì, la direzione tornerà quindi a riunirsi entro settembre (dopo l’assemblea) per approvare il regolamento congressuale.

A quel punto partirà un lungo e laborioso iter in tre tempi. In una prima fase, saranno coinvolti solo gli iscritti al partito, chiamati a eleggere i segretari di circolo, cittadini e provinciali. Quindi si passerà all’elezione dei segretari regionali, che sarà aperta a iscritti e aderenti (una nuova formula per indicare i votanti ai gazebo, che si iscriveranno a un albo e verseranno una cifra che potrebbe oscillare tra i 3 e i 5 euro). Infine, il passaggio più importante: la scelta del segretario nazionale, affidata ancora una volta a iscritti e aderenti. Questi ultimi dovranno nuovamente pagare un contributo, mentre si ipotizza una partecipazione gratuita a entrambe le primarie per gli iscritti, che già hanno versato la quota prevista di 50 euro per ottenere la tessera.

È questa l’ipotesi contenuta nel documento affidato a Epifani da Roberto Gualtieri, l’eurodeputato chiamato a trovare una sintesi condivisa all’interno della commissione per il congresso. Tra i componenti il clima sembra migliorato rispetto alle settimane precedenti e alcuni nodi sono già stati sciolti. Tanto che oggi la preoccupazione che circola tra i dem non è più tanto sulla tenuta del partito quanto su quella del governo. Se gli equilibri della strana maggioranza dovessero saltare, anche il percorso congressuale tornerebbe in discussione.

@rudyfc

http://www.europaquotidiano.it/



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...