Una Rete per partecipare – Puppato e Barca

Il documento della petizione sostenuta da Laura Puppato e Fabrizio Barca

.

internet_e_politica  internet_e_politica
.
Con la e-mozione si vuole dare un contributo ad una sorta di “rivoluzione”: la rivoluzione che ci aspettiamo riguarda direttamente il rapporto tra il PD e la cittadinanza, tra il far politica e partecipare, tra le dinamiche consolidate della politica e il ricorso intelligente alla rete e alle nuove tecnologie.
.
Bisogna cogliere l’opportunità che le nuove tecnologie offrono di instaurare una nuova relazione con gli interessi diffusi e con il modo in cui questi interessi si manifestano concretamente nella comunità, ridando così senso e autorevolezza al ruolo di una politica che deve misurarsi con la crisi dell’economia e della stessa democrazia.
.
Crediamo e chiediamo che la partecipazione non sia un optional o ma una concreta risposta al diritto dei cittadini di: essere informati, essere consultati, partecipare alle decisioni, partecipare alla loro attuazione.
.
Siamo anche convinti che senza la rete questa nuova relazione non possa affermarsi e queste opportunità non possano concretizzarsi.
.
Chiediamo con forza:
.
• che il Partito Democratico in attuazione dell’art. 2.1 dello Statuto
– “Il Partito Democratico è aperto a gradi diversificati e a molteplici forme di partecipazione” –
sviluppi i suoi programmi, assuma le sue decisioni ed attui le sue iniziative adottando la democrazia partecipativa e deliberativa come asse portante della sua politica in tutte le sue articolazioni territoriali e nazionali.
.
• che la piattaforma sia dotata di strumenti affidabili di e-deliberation che consentano, attraverso l’espressione di voto, la selezione di programmi, proposte e candidature,
.
• che nella configurazione degli ambienti di e-participation sia garantita la possibilità di interagire con il dibattito e i percorsi decisionali che riguardano la scala nazionale e regionale (es. congressi),
ma anche di attivare iniziative partecipative e deliberative a scala locale e puntuale, (es circoli) ,
dando la possibilità di configurare ciascun ambiente e strumento in base alle specifiche esigenze di esclusività (dibattiti e votazioni riservate agli iscritti di un circolo) e, soprattutto, di inclusività (iniziative aperte alla cittadinanza),
.
• che la piattaforma possa integrare in un unico ambiente le diverse “stanze” dedicate alle diverse metodologie/fasi della partecipazione e alle diverse istanze nazionali, regionali o locali,
.
che tale piattaforma venga decisa, progettata, realizzata e resa disponibile il prima possibile ed auspicabilmente anche in tempo utile per consentire ai cittadini di concorrere, attraverso la rete, alla definizione delle scelte congressuali del Partito Democratico a partire dal contributo allo specifico tema della ridefinizione delle strategie e delle politiche per innovare il rapporto tra il partito e i cittadini e il ruolo della partecipazione civica nelle politiche pubbliche,
.
che tale piattaforma sia configurata garantendo, sin dall’avvio, la presenza di spazi riservati a sperimentazioni ed esperienze territoriali, locali e di circolo da attivare in base alle manifestazioni d’interesse e alle richieste che matureranno nelle prossime settimane e che verranno pubblicate nel sito http://ict4PD.org
.
http://www.partitodemocratico.it/doc/261478/mozione.htm
Advertisements


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...