F Barca : “Le mie domande a Renzi, Cuperlo, Civati e Pittella”

di 

Se mai ve ne fosse stato bisogno, la costruzione della Legge di Stabilità e le reazioni che ne sono seguite, dentro (prima ancora che fuori) la compagine di governo, ci ricordano che il rinnovamento vero e radicale del paese richiede un rinnovamento vero e radicale dei partiti. Che tornino a coagulare lo straordinario bagaglio di saperi dispersi nelle filiere territoriali produttive e sociali del nostro paese e a tradurli in una visione e nei modi per attuarla.

Perché ciò avvenga i partiti devono recuperare identità di valori, darsi un metodo moderno di confronto – acceso, regolato, aperto all’apporto dell’associazionismo esterno caparbiamente indipendente, verificabile sulla Rete – e un’organizzazione efficace . Sono le idee che ho discusso in questi mesi con circa 14mila cittadini che, iscritti o non iscritti al Pd, considerano questo partito ancora la ciambella di salvataggio del Paese.

Ma ora a questi cittadini e a moltissimi altri non interessa sapere cosa ne pensi io. Interessa sapere cosa ne pensi e cosa intenda fare chi si è candidato a guidare il Pd. Lo leggeremo e con la dovuta franchezza lo discuteremo sulla base delle mozioni che stanno uscendo. Ma già ora, dietro il paravento riprodotto dai media, trapelano alcune intenzioni.

Prendiamo ad esempio quelle di Matteo Renzi, emerse grazie all’incalzare di Sergio Staino e soprattutto al clima franco e allegro – sì, allegro – di una serata fiorentina.

Ecco un estratto:

“In questi anni – ha affermato Renzi in quell’occasione – il partito si è strutturato intorno ai dipartimenti romani. Invece da cosa è fatto il Pd? Da 3 gambe: 1) I circoli, che vanno aperti: il problema non è tenere persone chiuse in una stanza a parlare tra loro. L’importante è portare i circoli là dove c’è la vita vera: nelle piazze, nei luoghi senza rappresentanza. 2) Ci vuole un Pd che con i suoi parlamentari giochi all’attacco e non stia in difesa. 3) Chi fa il sindaco, l’assessore, non abbia paura di considerare il partito come un luogo diverso da sé.”

E ancora:

“Vorrei che il Pd da gennaio facesse una campagna a tappeto, comune per comune, con gli strumenti nuovi di partecipazione che tengano insieme il social network e il colloquio interpersonale; che diano senso ai circoli e agli iscritti e che contemporaneamente valorizzino le nuove forme di comunicazione. Partiamo dal basso questa volta – ha aggiunto Renzi – per decidere la riforma della scuola anziché dire le nostre idee e imporle agli insegnanti sentiamo e facciamoli partecipare davvero. La tua mobilitazione cognitiva seria sugli insegnanti e su quello che loro chiedono”.

Come realizzare tutto ciò, chiedo a Matteo Renzi e agli altri candidati? Visto fra l’altro che la “freschezza che viene dal girare in mezzo alla gente” – per citare di nuovo Matteo Renzi del Corriere del 18 ottobre – un Segretario può ottenerla soltanto se decide di schiodarsi sia da Roma sia da Firenze, viaggiando dal lunedì al sabato in tutti i territori del paese.

Siete d’accordo che per rinnovare il Pd servono almeno 4 delle mie 6 proposte – sulle quali peraltro solo Pippo Civati si è esplicitamente espresso – e un finanziamento pubblico come quello che disegna Piero Ignazi?

O cosa altro proponete, di operativo? Di verificabile una volta eletti? E ancora: quando vi confronterete assieme, all’italiana, non all’americana, sulla “libera associazione” che intendete organizzare? Terrete assieme 5 o 6 incontri, o forse 7, sui temi che ci angustiano, L’Europa, per cominciare?

Intanto e comunque buon lavoro.

http://www.huffingtonpost.it/fabrizio-barca/le-mie-domande-a-renzi-cu_b_4127535.html?utm_hp_ref=italy

Advertisements


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...