Guglielmo Epifani _ Lettera agli iscritti e agli elettori

.

primarie_newsletter.gif

Ciao,
le Primarie sono aperte.

Prende il via il percorso che ci porterà all’8 dicembre, quando iscritti ed elettori del PD potranno votare per scegliere il Segretario nazionale e la nuova Assemblea nazionale del Partito Democratico.

In quel giorno tutti potremo lasciare il nostro segno per decidere il futuro del PD e possiamo dirlo, dell’Italia.

Siamo l’unica formazione politica che ha scelto di riconoscersi come partito e di unirsi in nome della democrazia. La sfida che ci attende per il futuro dell’Italia e per la qualità della nostra democrazia è troppo alta e importante.

Per questo, ancora una volta, rinnoviamo il nostro patto fondativo.

L’8 dicembre è il nostro appuntamento.

Qui trovi alcuni strumenti affinché le nostre Primarie siano una bella festa democratica.

Vogliamo condividerli con te perché ci possa dare una mano a diffonderli.

1. La campagna di comunicazione

Abbiamo scelto una forma semplice, privilegiando la visibilità delle informazioni essenziali.

Fissando l’obiettivo dello slogan sul perché ciascuno voterà prima ancora che su per chi sceglierà di votare. #Iovotoperché, una formula volutamente aperta.

Clicca sull’immagine per scaricare e condividere anche su Facebook e Twitter.

2. Il sito primariepd2013.it

E’ il luogo dove saranno pubblicate tutte le informazioni utili per sapere come e dove andare a votare.

Si potrà trovare il proprio seggio, oltre ai documenti che regolano il procedimento elettorale.

Inoltre sono raggiungibili i siti dei candidati alle Primarie:

Gianni CuperloMatteo RenziGianni Pittella e Giuseppe Civati

3. Il tuo contributo conta

Conosciamo bene l’opinione diffusa sul finanziamento della politica.

Ma siamo anche stati i primi a contribuire al suo ridimensionamento e ad adottare la trasparenza dei bilanci come nostra cifra distintiva.

Stiamo lavorando in Parlamento per l’approvazione di una nuova legge che segni un cambio di passo decisivo.

Per questo abbiamo deciso di aprire la possibilità di partecipare alle Primarie anche con il proprio (piccolo) contributo economico per una politica pulita e sobria.

Clicca su      per scoprire come.

Speriamo che sia un modo utile per fornire le informazioni necessarie, per rendere semplice il voto, per essere in tantissimi l’8 dicembre.

Per tutto questo abbiamo bisogno anche di te.

Ci preme, da ultimo, darti qualche informazione sulla gestione delle comunicazioni che potrebbero arrivarti da qui al giorno delle Primarie in quanto il tuo nome è inserito nel nostro database.

Per quanto riguarda email in arrivo dai singoli candidati è stato stabilito che non ne possano essere spedite più di una alla settimana.

Per parte nostra, invece, ti terremo informato ogni volta che ci saranno novità importanti che potrebbero interessarti.

Una formula che non determinerà alcuna invasione della casella mail, dunque.

In ogni caso se non desideri ricevere ulteriori comunicazioni clicca qui e sarai immediatamente cancellato.

Grazie mille fin da ora per il tuo impegno e per il tuo aiuto. Buone Primarie!

Guglielmo Epifani

http://www.guglielmoepifani.it/lettera-agli-iscritti-e-agli-elettori/

Annunci

CONGRESSO DEL PD DI VENEZIA: LE SLIDES PRESENTATE

Oh-issa

CONGRESSO DEL PD DI VENEZIA: LE SLIDES PRESENTATE

http://www.marcostradiotto.org/varie/congresso-del-pd-di-venezia-le-slide-presentate/

i nomi dei 49 componenti la nuova direzione provinciale del PD di Venezia, eletta al congresso con 4 voti contrari:

Valerio Amilcare, Maurizio Barberini, Michele Bedin, Serena Boldrin, Gabriele Bolzoni, Claudio Borghello, Mirko Bortolusso, Dora Bovo, Francesca Bressanin, Luca Brussato, Giorgia Cestonaro, Donato Corò, Antonio Cossidente, Nicola Da Lio, Giuliana Domestici, Irina Drigo, Elisa Fabian, Piergiorgio Fassini, Alberto Favaretto, Margherita Grigolato, Massimo Lanza, Marisa Lazzaro, Livio Marini, Andrea Martini, Diego Menegazzo, Elena Milani, Gianluca Mimmo, Alessandra Miraglia, Alessio Molin, Gianni Parise, Luana Parolari, Bertilla Pavan, Jessica Pavan, Fabio Poli, Paolo Povolato, Marika Pugno, Marina Rodinò, Michela Rossi, Sara Sabbadin, Barbara Salvador, Clara Salviato, Giuseppe Salviato, Federica Senno, Riccardo Solomita, Marco Sportillo, Gianluca Trabucco, Andrea Vianello, Silvia Vianello, Laura Zennaro

§§§

CONGRESSO METROPOLITANO DI VENEZIA: PER IL PD UTILE ALLA SOCIETA’

DOCUMENTO PROGRAMMATICO: PER IL PD UTILE ALLA SOCIETA’

foto (54)

Il congresso provinciale (metropolitano), che abbiamo celebrato in queste settimane mi è stato molto utile, è stata un’occasione di confronto con tantissimi iscritti e tantissimi circoli. Da ogni incontro ho imparato e ho acquisito qualcosa. Il mondo sta cambiando e la politica deve stare al passo con questi cambiamenti, cercando di anticipare le soluzioni ai problemi che insorgono. Sebbene il contesto economico e sociale non sia più lo stesso di quando 6 anni fa, il 14 ottobre del 2007, nacque il PD, le idee e gli ideali che ne sono a fondamento non sono mutati.

In questi 6 anni il cambiamento è stato evidente, la crisi economica da un lato, la sfiducia verso la politica e i partiti dall’altro. Entrambe le cose hanno partecipato a cambiare completamente il contesto.In particolare avvenimenti quali la crisi economica e i forti tassi di disoccupazione, specialmente giovanile e femminile, ci hanno tolto molte certezze e sicurezze. Viviamo in un periodo in cui c’è una forte apprensione per il futuro, un periodo in cui non vediamo ancora la fine del tunnel e non riusciamo ancora ad immaginare il futuro delle nostre giovani generazioni.

Il Partito democratico deve avere la capacità di diventare uno strumento utile per dare risposta a questa forte richiesta di futuro e quindi di essere in grado di dare risposta alle paure che in questo periodo stanno bloccando qualsiasi possibilità di sviluppo e di crescita.

Ciascuno di noi, oggi più che mai, deve essere capace di costruire, a partire dal proprio quotidiano, una proposta politica, un’idea di società, forte di valori ed esperienze, ma proiettata al futuro. Tutti noi abbiamo il dovere di non cedere alla tentazione di conservare uno specifico modello o di negarlo al solo fine della contestazione.

segue….